Comune di Trieste


torna alla homepage


"Centenario della Triestina": presentato il programma delle iniziative per festeggiare la speciale ricorrenza


“Dopo il trionfo dell'Alma Pallacanestro Trieste siamo felici di festeggiare il compleanno importante di una Società che ha fatto la storia e che seguiamo con immutata passione perchè da sempre rappresenta la 'triestinità' e i triestini. Grande è l'impegno dell'Amministrazione per i lavori allo stadio Rocco, dagli spogliatoi ai nuovi seggiolini, in vista degli Europei di Calcio UEFA Under 21, e non dimentichiamo il rifacimento dei campi di calcio 'minori' in erba sintetica compiuto nei rioni. Tutti investimenti importanti per migliorare l'efficienza degli impianti sportivi, sempre con l'obiettivo di creare nuove opportunità per il rilancio della città e per i giovani”. Così il Sindaco Roberto Dipiazza alla presentazione del programma di celebrazioni per il centenario della U.S. Triestina Calcio, tenutasi stamane nella Sala A.Selva di Palazzo Gopcevich, a cui hanno partecipato l'assessore comunale allo Sport Giorgio Rossi, l'Amministratore Unico della Triestina Calcio Mauro Milanese, l'assessore alle Autonomie Locali della Regione Friuli Venezia Giulia Pierpaolo Roberti, Giorgio Della Valle, presidente del Comitato Organizzativo per il Centenario dell’U.S. Triestina Calcio, Sergio Marassi, presidente del Centro Coordinamento Triestina Club, Lorenzo Campanale, portavoce della Curva Furlan, la presidente Circolo Fotografico Triestino Alida Cartagine. Il Sindaco ha inoltre rivolto un ringraziamento all'assessore Rossi, alla Triestina, a Mauro Milanese e Mauro Biasin e a tutta la tifoseria per il loro infaticabile impegno. 

L'assessore Rossi, ha rimarcato la rilevanza del centenario per tutti i triestini e l'impegno del Comune per le celebrazioni, ricordando la mostra fotografica “Oltre il 90°. La Triestina e Trieste nello sguardo dei fotografi della Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte” allestita nella Sala A.Selva di Palazzo Gopcevich (prolungata fino al 15 luglio) che ripercorre attraverso gli scatti dei fotografi gli anni Cinquanta e Sessanta, anche attraverso i fatti di cronaca, gli sviluppi economici e politici. Il 18 dicembre, in coincidenza con l'apertura della mostra fotografica al Salone degli Incanti e la presentazione del libro “Un secolo, storia di cento primavere” - ha detto Rossi – saranno eccezionalmente esposte le 4 coppe di 4 mondiali, grazie allo straordinario rapporto instaurato con la Figc. 

“La Triestina è la storia di Trieste, ed è la nostra squadra del cuore – ha affermato l'assessore Roberti che ha portato il saluto del presidente della Regione Massimiliano Fedriga e dell'assessore allo Sport Tiziana Gibelli – e auspico che le iniziative per il suo centenario fungano da sprone per il futuro della città”.

“Grazie al sostegno del Comune di Trieste e della Regione Friuli Venezia Giulia – ha evidenziato Mauro Milanese – speriamo di raggiungere traguardi sempre più importanti, seguendo un percorso iniziato due anni fa. Ce la giocheremo con grande impegno, grazie a un 'lavoro di squadra'.

PROGRAMMA “CENTENARIO TRIESTINA” 

SABATO 23 GIUGNO: Grido Libero, la Festa della Curva Furlan. Arrivata alla settima edizione, la consueta kermesse organizzata dai ragazzi della Curva Furlan. Tornei di calcio, camp per i bambini, musica, animazione, gonfiabili saranno attivi tutto il giorno e la sera verrà ricordato il centenario dagli albori degli anni '20 con presenza di personaggi molto vicini a quel periodo, che è stato tra i più significativi, considerato che si tratta di quasi un secolo fa. 

MERCOLEDI’ 18 LUGLIO: Sistiana in festa, nella sede del Triestina Club Sistiana, la festa con tutti i tifosi e una mostra fotografica faranno da protagonisti per tutta la serata, dove non mancheranno musica e divertimento.

30-31 AGOSTO - 1 SETTEMBRE: Festa dell’Orgoglio Alabardato, con la presentazione della prima squadra e del settore giovanile, e vecchie glorie. Nella giornata conclusiva, la partita rievocativa Triestina-Ponziana allo stadio Grezar. 

SETTEMBRE: parte l’iniziativa sul fumetto che vedrà coinvolti gli alunni delle scuole della città in un concorso finale al Salone degli Incanti, organizzato dalla Scuola di Fumetto.

MARTEDI’ 18 SETTEMBRE: Centro Coordinamento in Festa, nella loro sede storica di via Macelli; all’interno dello Stadio Rocco verrà allestita una mostra fotografica dedicata al Triestina Club e all’Unione. La serata sarà dedicata a due indimenticabili tifosi, Berto Cuda e Marino Moro. 

GIOVEDI’ 27 SETTEMBRE: OKTOBERFEST Alabardato organizzato dal TC Bar Junior in festa. In occasione dell’Oktoberfest, una grande rimpatriata in un altro rione storico della Triestina, a pochi metri dove sorgeva il primo campo ufficiale per la Triestina Calcio dove successivamente è stata costruita la Fiera di fronte l’Ippodromo. 

VENERDI’ 28 SETTEMBRE: Al Teatro dei Salesiani giornata di gala con autorità e squadra per la prima dello spettacolo teatrale “ciò mone, xe solo futbol” della compagnia “La Barcaccia”.

MERCOLEDI’ 3 OTTOBRE: Tc Grado in Festa, nella loro storica sede una rimpatriata tra tifosi e prima squadra, con tutta la rosa presente per un storico Triestina Club nato nel 1970.

MERCOLEDI’ 18 OTTOBRE: Mule alabardate in festa, nella loro sede di via Carducci, dove festeggeranno i primi 10 anni di attività del Club con tanti ospiti e una mostra fotografica che ripercorrerà il loro percorso fino ad oggi.

SABATO 17 NOVEMBRE: Bassa Friulana in festa, un grande sabato sera come loro fanno ogni anno con tutti i soci, la Triestina Calcio e il direttivo del Centro Cordinamento; quest’anno l'evento è in organizzazione con il Comitato Unione che vedrà la presenza alla cena di tante vecchie glorie alabardate.

DOMENICA 18 NOVEMBRE: Corsa dei Castelli in collaborazione con il Centenario per la seconda edizione di questa corsa che partirà dal Castello di Miramare per concludersi a San Giusto. 

MERCOLEDI’ 21 NOVEMBRE: Ultimo appuntamento prima del 18 dicembre dedicato a un grandissimo lavoro realizzato da un tifosissimo, Dario Roccavini, che in 63 minuti ha raccolto la storia della Triestina e ha preparato un filmato che verrà proiettato nel teatro dei Salesiani. 

MARTEDI' 18 DICEMBRE: Apertura del Salone degli Incanti con la mostra fotografica e la presentazione del libro “Un secolo, storia di cento primavere”, che farà ripercorrere i cent’anni della Triestina mescolati con i ricordi dei tifosi e della città dal 1918 ai giorni d’oggi.

SABATO 2 FEBBRAIO 2019: Ore 18.00, inaugurazione della Targa in viale XX Settembre; alle ore 21.00, festa conclusiva con fuochi d'artificio e animazione al Salone degli Incanti.

Un’anteprima sul filmato e sul libro: Per il Centenario è stato realizzato il film documentario ufficiale “U.S. Triestina-100 anni di storia alabardata”, che in 67 minuti ripercorre, anno per anno, tutta la storia rossoalabardata dal 1918 al 2018.

Il film, ricchissimo di immagini e sequenze suggestive anche inedite, offrirà ai sostenitori alabardati e ai protagonisti della Triestina di ogni tempo, l'opportunità di rivivere emozioni forti mai sopite e momenti indelebili rimasti nella memoria collettiva.

Tutta la storia della Triestina sarà fedelmente illustrata una stagione dopo l'altra, fin dall'anno della sua fondazione, nel 1918. Saranno documentati gli Anni Venti, anche con i presidenti, gli allenatori, i migliori marcatori e le classifiche finali, tutti i campionati in serie A dal 1929 al 1959, il trionfo in serie B del '57/58; gli Anni '60 e '70 con la prima promozione dalla C nel '62, la parentesi in B fino al '65, l'altalena tra la serie C e la D con il primo ritorno in C del 71/72, il derby stracittadino col Ponziana del '74, lo spareggio-promozione in C1 a Vicenza del '79; gli Anni '80 con l'indimenticabile annata 82/83, le cinque stagioni in B e il ritorno fra i cadetti dell'89; gli Anni '90 con l'addio al Grezar, le prime partite allo stadio Rocco, i gol di Milanese nell'Unione, la conquista della Coppa Italia di C nel '94, la ripartenza dai Dilettanti, le sei stagioni in C2; gli Anni 2000 con il doppio salto dalla C2 alla B, i nove campionati in B, il periodo buio dal 2012 al 2016; la Triestina di Biasin e Milanese; il ritorno in C, il campionato 2017/18, la presentazione della stagione 2018/19. Un epico finale è dedicato ai sostenitori alabardati di ogni tempo e i titoli di coda danno conto dell'imponente opera di ricerca storica.

Nel giorno esatto... quel 18 dicembre, che dal 1918, anno dopo anno, ha scandito la storia, fino ad arrivare ad oggi, un passo dopo l'altro per chiudere un secolo. In questa data precisa e voluta dell'anno corrente uscira' il volume storico intitolato “Cento primavere”, racconto di un secolo di Triestina. Il progetto ambizioso nasce nella parte più calda e viscerale del tifo alabardato e proprio per questo si propone come occhio “diverso” attraverso il quale ripercorrere quest'incredibile avventura. Non solo calcio giocato, ma l'Unione immersa nel contesto sociale. Tre termini che contengono tutto: Triestina, Trieste, Triestini...Da qui partono i racconti. Tutto e' accaduto mediante l'intreccio di questi elementi I Rioni, le piazze, i vicoli...lo stadio, i respiri di una città, della sua squadra di calcio, dei suoi tifosi. Non si puo' conoscere a fondo la Triestina, capirne i chiaroscuri che hanno creato e caratterizzato quel mito che da sempre aleggia in tutt'Italia, se la si ridimensiona a cronaca calcistica. 

Un racconto strutturato, grazie a centinaia di testimonianze: calciatori, allenatori, dirigenti e tifosi di tutte le epoche, una storia in italiano ma ragionata in dialetto...Il tempo si ferma le differenze epocali s'appiattiscono incontrandosi in un concetto, che ha spinto i primi pionieri e trascina oggi, rinnovandosi di generazione in generazione...la TRIESTINITA'.

Racconti inediti, grandi eventi rivisti da prospettive diverse, accompagnati da una galleria d'immagini incredibile aspettano i lettori, non solo sportivi, ma desiderosi di scoprire, attraverso il mondo del pallone, una Trieste intima e intimamente legata alla sua Triestina.

Concorso fotografico internazionale Andrea Pollitzer
Nell'ambito delle manifestazioni organizzate per festeggiare i 100 anni della Triestina calcio, si colloca anche il 38° Concorso fotografico internazionale Andrea Pollitzer, organizzato dal Circolo Fotografico Triestino, sodalizio nato nel 1925 e da allora in attività ininterrotta, uno dei Circoli fotografici più vecchi d'Italia, il più vecchio di Trieste.
Andrea Pollitzer (per 25 anni Presidente del CFT) fu un importante industriale Triestino, appassionato di montagna, scrittore e fotografo di fama internazionale al quale la città di Trieste, qualche anno fa, ha dedicato una strada nei pressi di via Cologna, dove era stata edificata la fabbrica “Saponerie Adria” della quale era proprietario.
Il tema principale del concorso sarà dedicato allo sport - in primis quello del calcio, ma senza trascurare le altre discipline - inteso come elemento primario di crescita, di formazione e di unione, di comunicazione, nell'ottica di un maggior coinvolgimento individuale per il collettivo, senza trascurare l'importante parentesi ludica che può rappresentare nei vari momenti esistenziali.
Il bando sarà divulgabile dal 15 luglio 2018 e sarà disponibile presso la sede del CFT, nella sede dei club della Triestina calcio, nelle sedi sportive delle varie discipline cittadine e in rete.
Sarà distribuito in tutto il territorio nazionale, ma non solo.
Le fotografie pervenute entro sabato 17/11/2018 saranno selezionate da una giuria appositamente convocata che sceglierà, tra le ammesse all'esposizione, le vincitrici e le segnalate.
La mostra delle immagini vincitrici, segnalate e ammesse, saranno esposte al Salone degli Incanti nel mese di dicembre. Nel corso di un'apposita cerimonia saranno premiati gli autori vincitori e segnalati.
Maggiori e definitivi dettagli nel regolamento del Bando di Concorso.


[home page] [lo staff] [meteo]