Comune di Trieste

foto di
Lorenzo Bencich


torna alla homepage


Presentato l'evento benefico "Sulle note di un sogno"
a favore dei reparti di Ematologia e Oncologia dell’Ospedale Maggiore di Trieste


La terza edizione del concerto benefico “Sulle note di un sogno” a favore dei reparti di Ematologia e Oncologia dell’Ospedale Maggiore di Trieste - Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina ASUGI in programma al Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” di Trieste mercoledì 13 dicembre alle ore 20.00, è stata presentata mercoledì 6 dicembre nella Sala Giunta del Comune di Trieste nel corso di una conferenza stampa introdotta dal Vicesindaco e Assessore alle Politiche Economiche e Teatri, Serena Tonel alla presenza di Rosa Balanzin e Daniela Cola del Comitato Cielo Aperto, di Giuliano Polo, Sovrintendente al Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”, del Direttore d’Orchestra Walter Attanasi, del Professor Francesco Zaja, Primario del Reparto di Ematologia e della Dottoressa Alessandra Guglielmi, Primario del Reparto di Oncologia dell’Ospedale Maggiore di Trieste, di Manuela Cattaruzza, Presidente del Comitato AIRC FVG, di Stefano Battista, Presidente del Rotary Club Alto Adriatico, di Lidia Strain, socia del Lions Duino Aurisina, di Adriano Kovačič, Presidente della Banca di Credito Cooperativo ZKB, di Roberto Menis, Direttore di Trieste Marine Terminal, di Paride Centazzo, gestore assieme ad altri soci di quattro punti vendita Conad del territorio, di Corrado Bassanese, socio e fondatore di Primo Aroma Caffè e dell’attrice Sabrina Censky.

“Sulle note di un sogno”, concerto benefico promosso dal Comitato Cielo Aperto, si svolge con la co-organizzazione del Comune di Trieste e con il contributo della Fondazione CRTrieste e di ASUGI. Aderisce all’iniziativa la Fondazione AIRC Comitato Friuli Venezia Giulia.

L’iniziativa prevede anche la donazione di due borse di studio per sostenere giovani promettenti del Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste.

Il progetto, promosso e ideato da Rosa Balanzin e Daniela Cola del Comitato Cielo Aperto di Trieste, presente per il terzo anno sul palcoscenico del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, si avvale di importanti collaborazioni nel mondo della musica: Italia Arte Fest, Umbria Music Fest International e Scuola di Musica 55 di Trieste.

La terza edizione del concerto - è stato detto nel corso della conferenza stampa dai promotori - prevede la presenza di artisti d’eccezione, a partire dal Maestro di fama internazionale Walter Attanasi che dirigerà l’Orchestra Sinfonica del Teatro Nazionale Sloveno di Maribor e solisti come il Tenore Max Jota, già conosciuto dal pubblico triestino per aver cantato recentemente a Trieste nell’opera “Manon Lescaut” di Puccini, il Soprano lettone Vera Talerko, vincitrice del primo premio dell’International Stenhammar Music Competition in Svezia e l’oboista slovena Nina Smrekar.

Presenterà la serata l’attrice Sabrina Censky.

“Presentiamo oggi una bellissima iniziativa natalizia a favore della collettività per la quale tengo a ringraziare il Comitato Cielo Aperto: anche la grande partecipazione a questa conferenza stampa - ha esordito il Vicesindaco Tonel - è significativa di quello che si mette in moto chiamando a raccolta in una partecipazione corale le eccellenze che il nostro territorio esprime in campo musicale e in termini di solidarietà e di club service, con il Rotary Club Alto Adriatico e il Lions Duino Aurisina qui rappresentati. Di questo la Città vi ringrazia e ringrazio particolarmente il Sovrintendente al Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” perché, assieme al Comune di Trieste, mette a disposizione una sede prestigiosa per questa iniziativa”.

“Mi fa particolarmente piacere - ha proseguito Tonel - dare il benvenuto al Maestro Walter Attanasi, uno degli ambasciatori culturali, artistici e musicali della nostra Città per il ritorno nella sua Trieste: averlo qui in occasione di un evento così significativo ci fa ancora più piacere. Le iniziative del Comitato le abbiamo viste crescere e spaziare tra la musica e lo sport: Cielo Aperto per il Comune di Trieste è un partner prezioso per la realizzazione di eventi a favore della collettività”.

Tonel ha concluso facendo appello alla consueta e nota generosità dei Triestini e invitando tutti al Teatro Verdi il 13 dicembre.

“Siamo emozionate e molto orgogliose di questo progetto - ha dichiarato Rosa Balanzin del Comitato Cielo Aperto anche a nome di Daniela Cola - sia perché gli obiettivi sono importantissimi, sia in quanto sarà la terza volta che abbiamo l’onore e il privilegio di poter tornare nuovamente su un palcoscenico prestigioso e impegnativo come quello del teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. Dall’anno della fondazione, il 2018, a oggi, il Comitato Cielo Aperto, con due eventi all’anno, ha ormai all’attivo circa 270.000 euro donati per beneficenza e destinati a favore degli ospedali triestini Maggiore e infantile Burlo Garofolo e per dare supporto economico a persone e famiglie in situazioni di grave disagio. Una parte del ricavato lo riserviamo per consuetudine all’istituzione di due borse di studio per allievi promettenti del Conservatorio di Musica “Giuseppe Tartini” di Trieste. Crediamo fortemente in questi obiettivi che perseguiamo con grande passione”.

“Quest’anno - ha concluso Balanzin - abbiamo avuto l’opportunità di collaborare con l’AIRC, a cui va il nostro ringraziamento e in questo modo supporteremo ancora di più la ricerca. Un ringraziamento speciale alla Sovrintendenza del Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” per la collaborazione e la disponibilità e al direttore d’orchestra Walter Attanasi per la grande professionalità dimostrata e per il modo in cui si è speso per la riuscita del progetto curandone ogni minimo dettaglio”.

“Il nostro obiettivo finale - ha aggiunto Daniela Cola - è il supporto alla ricerca e ai Reparti di Ematologia e Oncologia dell’Ospedale Maggiore che già perseguiamo da qualche anno e proseguirà anche nel futuro”.

Balanzin e Cola hanno quindi voluto ringraziare il Comune di Trieste per la coorganizzazione dell’evento e hanno elencato i numerosi sponsor “che grazie al loro fondamentale supporto hanno reso possibile la realizzazione del progetto: Conad supermercati della provincia di Trieste, Trieste Marine Terminal, Banca Generali Private, Ferri Auto SpA (gruppo Maserati), che come di consueto espone le sue autovetture nella piazza antistante al teatro, Edilimpianti srl, Termag, Trieste Airport SpA Friuli Venezia Giulia, Cabert Cantine di Bertiolo SpA, Rotary Club Trieste Alto Adriatico, Banca di Credito Cooperativo ZKB, Primo Aroma Caffè e i Lions Duino Aurisina sempre presenti a ogni nostra iniziativa e, per il loro contributo, la Fondazione CRTrieste e ASUGI”.

“Sono contentissimo di essere qui nella mia città e tenere questa conferenza stampa a pochi metri da casa: portandola da anni in tutto il mondo - ha dichiarato il Maestro Walter Attanasi - penso che la cultura sia un grandissimo vettore e, dall’interno di un settore privilegiato, ho da sempre creduto nella possibilità di utilizzare il faro dell’arte per mettere in luce una problematica che può colpire tutti e arrivare in qualsiasi casa in qualsiasi momento e di attirare l’attenzione su persone meno privilegiate. E’ per questo che ho sempre sposato la causa del sociale, trovando meritorio il fatto che ci siano persone che investano il proprio tempo per far sì che altri ne beneficino e pertanto sono felicissimo di essere partecipe di questa iniziativa. La programmazione della serata è stata pensata per un pubblico eterogeneo, con l’idea era di proporre, dato il periodo prenatalizio, un programma che fosse portatore di cultura e allo stesso tempo gradevole e adatto anche ai non habitué dei teatri lirici e che al suo interno racchiude due concerti”.

Attanasi ha quindi illustrato nel dettaglio il programma del concerto che prevede, nella prima parte, l’esecuzione di musica classica lirico-sinfonica con brani di Rossini, Puccini, Leoncavallo e Mascagni, mentre nella seconda sarà protagonista il cinema con la musica di Nino Rota ed Ennio Morricone. Un elegante valzer brillante darà il via alla seconda parte del concerto, eseguito in platea da 10 coppie di ballerini dell’a.s.d. Accademia Danze Trieste in collaborazione con Dance Team Friuli, responsabili tecnici Elisabetta Marcusa e Anna Plazzotta.

“Sono felice di mettere a disposizione il teatro per questa iniziativa ancorché in un momento piuttosto complicato per la fitta programmazione, ma felice - ha affermato il Sovrintendente al Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”, Giuliano Polo perché quando il teatro è impegnato al di là delle proprie iniziative significa che è vivo, ma soprattutto dev’essere una casa al servizio della comunità. In questo senso, la collaborazione con l’Orchestra Sinfonica del Teatro Nazionale Sloveno di Maribor con cui abbiamo avuto in passato delle coproduzioni è un valore aggiunto, perché insieme all’Amministrazione comunale abbiamo puntato su una linea di collaborazione con tutte le istituzioni culturali e soprattutto quelle cittadine che sta dando i suoi risultati proprio in questo contesto natalizio. Complimenti e grazie al Comitato Cielo Aperto con il quale esiste una lunga frequentazione e al Maestro Attanasi per la proposta musicale di qualità”.

“Un evento che si ripete per la terza volta - ha affermato il Professor Francesco Zaja, Primario del Reparto di Ematologia dell’Ospedale Maggiore di Trieste - non può che essere sinonimo di successo: nelle due precedenti edizioni ha raggiunto il proprio obiettivo di sensibilizzare la popolazione rispetto alle problematiche dei malati ematologici e oncologici e sottolineare l’importanza dei finanziamenti per lo svolgimento delle nostre attività. Nello specifico, i proventi delle donazioni vengono inseriti in un fondo dedicato alla ricerca che serve per permettere di curare i pazienti inserendoli in nuovi studi clinici affinché possano utilizzare farmaci che altrimenti non sarebbe possibile impiegare e, allo stesso tempo, far crescere il centro dove queste sperimentazioni vengono svolte. Ringraziamo per questo il Comitato Cielo Aperto, il Comune di Trieste, il Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” che ospita l’iniziativa e tutte le altre figure e gli sponsor che rendono possibile questo evento”. 

“Mi fa molto piacere essere qui e avervi come collaboratori - ha osservato la Dottoressa Alessandra Guglielmi, Primario del Reparto di Oncologia dell’Ospedale Maggiore di Trieste - e quindi ringrazio tutti i soggetti coinvolti e tutti coloro che parteciperanno alla serata, sperando in un tutto esaurito”.

“La Fondazione AIRC - ha ricordato la Presidente del Comitato AIRC FVG, Manuela Cattaruzza - ha due obiettivi principali: finanziare la ricerca e fare divulgazione. Tutti i fondi raccolti nel mese di dicembre andranno a sostenere la ricerca nel campo dei tumori pediatrici: la ricerca deve rimanere sempre nei nostri cuori perché senza ricerca non si va avanti in nessun campo”.

All’entrata del Teatro saranno esposte tre vetture Maserati dello sponsor Ferri Auto SpA (gruppo Maserati). In collaborazione con i Lions di Duino Aurisina una postazione di Primo Aroma Caffè donerà un presente a chi riterrà di sostenere ulteriormente la serata con un’offerta.

I biglietti sono acquistabili presso la biglietteria del Teatro Verdi o tramite il numero verde 800 898868.


[home page] [lo staff] [meteo]