Comune di Trieste


torna alla homepage


Avvio di importanti lavori alla Scuola primaria
statale "Elio de Morpurgo" di Campi Elisi

Ristrutturazione degli spogliatoi della palestra e completo adeguamento antincendio dell'edificio.

“Le scuole devono essere sempre di più al centro della nostra attenzione!”. Con queste parole il Sindaco di Trieste ha introdotto l'odierno incontro di presa di visione dei lavori da poco avviati alla Scuola primaria statale (già elementare) “Elio de Morpurgo”, che con la secondaria di primo grado (media) “Lionello Stock” costituisce l'Istituto Comprensivo di Campi Elisi, e nel contempo ha riassunto, con una semplice ma chiarissima espressione, il “pensiero” dell'Amministrazione Municipale sul tema. 

Un tema non da poco poiché va a coinvolgere una serie continua di opere e lavori a tutti i livelli che costantemente vengono svolti per mantenere in efficienza e via via migliorare e valorizzare quel davvero molto ampio patrimonio edilizio che vanta qualcosa come oltre 150 istituti scolastici ed educativi di vario ordine, grado e tipologia (dagli asili nido alle scuole superiori, fino alla specificità tutta triestina dei Ricreatori), la cui cura è, diversamente da altre città italiane, completamente in capo al Comune.

Ed è questo, inoltre - come è stato sottolineato più volte dallo stesso Sindaco e dagli Assessori più direttamente competenti (Educazione, Lavori Pubblici, Valorizzazione Immobiliare, Sport) -, un argomento che interessa, oltre che “in primis” i nostri più piccoli e giovani cittadini e le loro esigenze di sviluppo, crescita educativa e personale, in condizioni di massima armonia, sicurezza e benessere ambientale possibile, anche parti ancor più ampie della popolazione e del tessuto sociale cittadino. 

Ad esempio - come è stato ricordato proprio recentemente alla Scuola primaria “Domenico Rossetti” di via Zandonai (Valmaura) in occasione della “fine lavori” di ristrutturazione e ripristino degli spogliatoi della palestra, e ugualmente anche oggi alla “Morpurgo” - proprio le palestre scolastiche costituiscono spessissimo degli ambiti sociali fortemente utilizzati, al servizio non solo di quell'Istituto scolastico, ma, eventualmente, anche di altre scuole vicine, come pure, tramite opportuni accordi col Comune, dei diversi sodalizi e società sportive “minori” di un determinato rione.

Lo si è visto anche stamane, nel vasto compound scolastico di Scala Campi Elisi – via Carli, quando, assieme al Sindaco, agli Assessori comunali ai Lavori Pubblici e all'Educazione e Scuola, al neo-direttore del Servizio Edilizia Scolastica e Sportiva del Dipartimento Lavori Pubblici del Comune ing. Luigi Fantini e al dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo di Campi Elisi Marco Cucinotta, si è “registrata” anche la “non casuale” presenza di Walter Rusich presidente della Associazione Sportiva Dilettantistica - Centro Gioco Sport “Antonio Coselli”, dedita specialmente alla pallavolo giovanile, che ha manifestato la grande soddisfazione propria, dei genitori e degli sportivi del rione per l'avvio dei lavori di rifacimento e rinnovo degli spogliatoi della palestra della “Morpurgo”.

Venendo dunque ai lavori avviati, va evidenziato che una parte notevole l'avrà appunto l'opera riguardante la completa ristrutturazione degli spogliatoi della palestra, con la sostituzione delle docce, dei sanitari, adeguamenti igienici ecc.. Spogliatoi che – è stato precisato oggi – versavano in uno stato di notevole vetustà. Gli interventi mirano a rinnovare tutti gli spazi interni, a sostituire – come detto - docce e sanitari, e ad adeguare gli ambienti alle vigenti norme igienico-sanitarie. Verranno anche rifatti gli impianti idrici, che sono la fonte di alcuni spandimenti, e rifatti pure i rivestimenti delle docce e dei servizi. 

L’obiettivo dichiarato è quello di terminare i lavori al massimo entro l'inizio di ottobre, in tempo utile per l’inizio dell’anno scolastico 2020-2021. Tuttavia - è stato spiegato dai tecnici - la complessità degli interventi, ma soprattutto la possibilità di trovare situazioni impreviste e imprevedibili ha suggerito di concentrare opportunamente i lavori prima sullo spogliatoio adiacente il porticato della corte interna, per poi passare, una volta ultimata questa parte, all'altro spogliatoio, rivolto verso la via Carli. In modo tale che, nel caso di imprevisti, almeno uno dei due spogliatoi sarà sempre utilizzabile. 

Va detto ancora che all'avvio dei detti lavori si è subito rilevato, aggiuntivamente, il particolare degrado strutturale del solaio di copertura del porticato antistante l’ingresso della palestra. Vecchie infiltrazioni, ora eliminate, hanno determinato il deterioramento dei travetti in cemento armato del solaio e altre conseguenze. Si è perciò deciso di dare corso anche alla riqualificazione strutturale delle parti di solaio deteriorate, con il ripristino della continuità dei ferri di armatura, il trattamento della ruggine dei ferri ammalorati e la ricostruzione mediante malte apposite della sezione dei travetti. 

I lavori, appaltati all'Impresa Costruzioni Edili I.L.S.E. s.a.s. di Trieste, per un importo di 150.000 Euro rientranti nell'”accordo quadro palestre 2019”, dovrebbero terminare – come detto – entro inizio ottobre 2020.

Nella stessa Scuola “Morpurgo” sono intanto iniziati, già da fine maggio, anche importanti e più generali lavori per il completo adeguamento antincendio dell'intera struttura (appaltati al Raggruppamento Temporaneo d'Imprese C.P. Costruzioni Srl - Elettroimpianti Snc, per un importo di 635.086,95 Euro + 15.777,40 Euro per oneri di sicurezza), con un tempo contrattuale di esecuzione previsto di circa 130 giorni. Ma essendo l’immobile vincolato (risalente al secondo dopoguerra, alla fine degli anni '40, opera del grande architetto triestino Umberto Nordio, autore delle massime realizzazioni dei precedenti anni '20 e '30), sarà necessario il nulla osta della Soprintendenza ed è in tal senso in corso la redazione di una perizia di variante per alcuni aspetti.

I lavori prevedono la collocazione di una rete antincendio, illuminazione di sicurezza, allarme per evacuazione antincendio, fermi elettromagnetici delle porte tagliafuoco, controsoffitti antisfondamento, sostituzione di alcuni serramenti esterni e interni, sostituzione di alcuni pavimenti in legno, nuove porte tagliafuoco. 

Per l'insieme di tutte queste opere in questo importante e vasto edificio scolastico di Campi Elisi, il Sindaco ha espresso la forte soddisfazione propria e dell'intera Amministrazione, rimarcando, ancora una volta, tutta l'importanza e attenzione che va riservata alla “salute” delle nostre scuole.

Una soddisfazione che è stata ribadita dall'Assessore all'Educazione e Scuola la quale ha ricordato come questo complesso scolastico sia frequentato nel suo insieme da ben quasi 1000 bambini e ragazzi (950 per la precisione, la metà dei quali con servizio mensa), fra le 21 classi della “Morpurgo” e le 23 della media “Stock”!

L'Assessore comunale ai Lavori Pubblici, dal canto suo, ha colto l'occasione per ricordare, oltre alle diverse opere già recentemente concluse in questo campo, anche le altre più rilevanti attualmente in corso, tra le quali la realizzazione di un nuovo asilo nido nel comprensorio dell'ex caserma “Chiarle”, a San Giovanni, la nuova copertura della elementare “Duca d'Aosta” di via Vespucci, a San Giacomo, e la completa ristrutturazione e rinnovazione dell'asilo nido “Tuttibimbi” di via Caboro, a San Giusto, uno dei più “storici” della città. Tutti lavori di grande portata e rilievo.


[home page] [lo staff] [meteo]