di Edoardo Gridelli


torna alla homepage


Al Magazzino delle Idee a Trieste 170 opere
della scultrice croata del vetro Gordana Drinković


Dopo la conferenza stampa di questa mattina, alle 19 e si è svolta l'inaugurazione con presentazione della mostra di “Vetro, la mia seconda pelle”, al Magazzino delle Idee, delle opere di Gordana Drinkovi, per la prima volta presenta a Trieste.

Durante la manifestazione, hanno preso la parola anche il due curatori Miroslav Gašparovi Direttore del Museo dell' Artigianato di Zagabria e Raffaella Sgubin, dell'ERPaC una rappresentante del Comune di Zagabria, ed altri esponenti del mondo culturale e museale regionale e croato.  

La mostra si inserisce già in una fitta rete di collaborazione tra la nostra regione della Croazia e già quattro esposizioni di altri artisti sono state allestite in passato con questo partnership, inoltre questo scambio culturale si sofferma anche recupero artistico storico e culturale che si svolge da anni in Istria e Dalmazia. 

L'idea di una mostra di Gordana Drinkovi ha suscitato molto interesse da parte sia di istituzioni che di privati tant'è vero che hanno partecipato alla realizzazione di questa particolarissima disposizione l'ERPaC, Ente regionale per il patrimonio culturale, Comunità Croata di Trieste, Polo Museale-Mibact e Museo dell’Arte e dell’Artigianato di Zagabria, con il contributo della Fondazione Casali e Vetreria Rogaška (Steklarne Rogaška).

Evidentemente per riuscire a coinvolgere a supportare e collocare a Trieste una simile allestimento museale è chiaro che la scultrice e designer Gordana Drinkovi possiede uno straordinario talento naturale che già da bambina stava nascendo in lei è un amore viscerale per il vetro, questo sentimento è infatti il è già presente mentre, controluce, osservava di bicchieri di cristallo della sua famiglia.

Il cristallo, il vetro ma soprattutto quest'ultimo, lavorato, rappresenta una forma d'arte che intrinsecamente, anche se non di di primo acchito, porta l'osservatore a far pensare. 

Il vetro, come nei vecchi vetri delle finestre dell'ottocento, dove come cera, le gocce di questo liquido che è il vetro, scendendo all'interno di se esso, ci porta a pensare al passato, a richiamare ricordi, ma nello stesso tempo a fissarli, anche se sbiaditi (le gocce dello stesso), ci rammenta che ogni cosa non è ferma, statica, immota, ogni cosa ha un suo inizio e fine ma che questa fine, come nel caso delle opere dell'autrice possono riportare a nuove contestualità fisiche della stessa materia. 

Ed infatti non per nulla la mostra si chiama "Vetro la mia seconda pelle", che offre il senso della delicatezza e profumo della pelle ma nello stesso tempo la durezza" fluida" che questo mondo ci impone a volte di trattenere all'esterno, ma che in realtà, come le gocce di un vetro antico, sono la nostra natura più segreta dove nascondiamo le nostre emozioni nostri sentimenti più intimi.

Vi è inoltre un'altra dicotomia tra forma e funzione, dove la forma prevale sulla funzione stessa delle opere presentate dalla scultrice che è una delle fondatrici dea OPA-Art, che consiste nel distruggere, fare a pezzi ad esempio un bicchiere e ricostruirlo cambiandone forma, dimensione spaziale e quindi cambiandone il suo concetto iniziale di creazione, perciò a questo assomiglia molto alla nostra mente, alla nostra intelligenza che se tale è riesce a di modellarsi e a ricrearsi anche nei momenti più duri della nostra vita, come quelli della recente scomparsa del marito della scultrice.

Vi invitiamo a visitare e la mostra tenendo ben presenti queste considerazioni e facendone diciamo un buon uso, per comprendere che non sono mere opere di ottimo design, ma che guardare attentamente opere come "Cenerentola 2009", "L'inizio dell' infinito", o "Errori" e le famose "Lacrime rivolte al cielo", ci offrono prospettive diverse di un mondo interiore che appartengono all'artista, ma in cui, sicuramente, ci potremmo anche a ritrovare.

La mostra sarà visitabile dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21. Biglietto unico a tre euro. Per informazioni www.magazzinodelleidee.it e www.villamanin.it. T 0403774783


[home page] [lo staff] [meteo]