torna alla homepage


Le mostre autunnali del MASI Lugano

Il programma espositivo da settembre a dicembre 2020.

Il Museo d'arte della Svizzera italiana presenta per l’autunno 2020 cinque esposizioni il cui comune denominatore è l’arte contemporanea ticinese.

Tra fine agosto e novembre 2020, verranno presentate una serie di mostre monografiche dedicate ad artisti svizzeri: Il Ticino che cambia del fotografo Vincenzo Vicari presso la sede di Palazzo Reali, una mostra dedicata a Paolo Mazzucchelli, PAM Paolo Mazzuchelli. Tra le ciglia, e una personale dello scultore Hans Josephsohn, entrambe ospitate nella sede del MASI al LAC. Il MASI omaggia anche due artiste della scena contemporanea: Gabriela Maria Müller, vincitrice della 12° edizione del Bally Artist of the Year Award e Marta Margnetti, vincitrice del prestigioso premio Manor Award Ticino 2020.

Da settembre la Collezione Giancarlo e Danna Olgiati presenta il nuovo allestimento What’s New? A Collection in Progress 2020 arricchito da recenti acquisizioni.

Vincenzo Vicari fotografo. 
Il Ticino che cambia 
30.08.2020 – 10.01.2021
MASI PALAZZO REALI


In stretta collaborazione con l’Archivio Storico della Città di Lugano, il MASI presenta una grande mostra monografica dedicata a Vincenzo Vicari, rinomato fotografo ticinese attivo a Lugano dal 1936. La mostra consente di ripercorrere la carriera dell’artista, che per oltre sessant’anni ha documentato la trasformazione del territorio ticinese e dei suoi abitanti.

PAM Paolo Mazzuchelli. Tra le ciglia 
06.09.2020 – 28.03.2021
MASI LAC


L’esposizione dedicata all’artista ticinese presenta una selezione di opere che spaziano dagli esordi degli anni Settanta fino ai giorni nostri. Composto da un ricco insieme di opere di grande formato, l’allestimento mette in evidenza le molteplici tecniche impiegate dall’artista, sottolineando così l’alta qualità estetica della sua produzione.

Gabriela Maria Müller. Anima naturae
Bally Artist of the Year Award 2019 
24.09.2020 – 01.11.2020 
MASI PALAZZO REALI


Gabriela Maria Müller è la vincitrice della 12° edizione del Bally Artist of the Year Award. Il MASI è orgoglioso di essere il primo spazio espositivo e sede di premiazione di questo importantissimo Premio. L’artista è stata selezionata dalla Fondazione Bally per la Cultura per l’alta qualità e la significativa aderenza al tema “Sulla natura del mondo” dell’opera presentata, intitolata Coeurs Sacrés. Le opere di Gabriela Maria Müller saranno esposte a Palazzo Reali a Lugano prima di essere presentate nel resto della Svizzera e in Italia.

Hans Josephsohn
20.09.2020 – 21.02.2021
MASI LAC


In occasione del centenario di Hans Josephsohn, il MASI rende omaggio all’artista svizzero. La sua opera scultorea - realizzata nell’arco di sei decenni - non è strutturata né cronologicamente né tematicamente, svelando così stimolanti riferimenti incrociati che permettono al pubblico di sperimentare il corpus di opere dell’artista in modo radicalmente nuovo.

Marta Margnetti.
Manor Award Ticino 2020 
28.11.2020 – 14.02.2021 
MASI PALAZZO REALI


Marta Margnetti (1989), artista ticinese la cui pratica si sviluppa all’incrocio tra arti applicate, design e artigianato, è la vincitrice del Manor Award Ticino 2020, uno dei più prestigiosi e ambiti premi della Svizzera nel panorama artistico contemporaneo del Paese.

What's New?
A Collection in Progress 2020
19.09.2020 – 13.12.2020
COLLEZIONE OLGIATI


La Collezione Giancarlo e Danna Olgiati presenta un nuovo allestimento della collezione di proprietà dei coniugi Olgiati. La mostra comprende una selezione di lavori di grandi maestri e giovani artisti affermati su scala internazionale, fra cui recenti acquisizioni di Franz West, Niele Toroni, Nathlie Provosty, Henrik Olesen e Luisa Lambri.
MOSTRE IN CORSO

Shunk-Kender. 
L’Arte attraverso l’obiettivo
(1957-1983) 
Fino al 20.09.2020
MASI PALAZZO REALI


La recente riapertura di Palazzo Reali accompagna una mostra dedicata al fotografo tedesco Harry Shunk e a quello ungherese János Kender. A partire dagli anni Cinquanta Shunk e Kender diedero avvio a una duratura e fruttuosa collaborazione. Il duo documentò, principalmente a Parigi e New York, inaugurazioni, biennali, artisti all’opera nei loro atelier o impegnati in performance pubbliche. Il loro lavoro restituisce, quindi, un’inestimabile testimonianza del mondo dell’arte d’avanguardia e dei suoi più celebri rappresentanti: Andy Warhol, Christo e Jeanne-Claude, Yves Klein, Daniel Spoerri, Niki de Saint Phalle e Jean Tinguely. L’esposizione giunge al MASI direttamente da Parigi, dove è stata presentata per la prima volta al Centre Pompidou.

Lois Hechenblaikner 
Ischgl and more.
A pop-up project(ion) 
Fino al 06.09.2020
MASI LAC

La sede del MASI al LAC riapre con una mostra fotografica pop-up dal titolo Lois Hechenblaikner. Ischgl and more. A pop-up project(ion).
Questa provocante proiezione di scatti del fotografo tirolese Lois Hechenblaikner documenta meticolosamente il lato meno conosciuto, irriverente e a volte sconcertante della omonima località alpina e gli eccessi legati alla cultura dell’après-ski.


[home page] [lo staff] [meteo]