torna alla homepage


All'Artport a Palazzolo dello Stella la mostra
"Zone Umide" della Valcellina Collection


All'Artport a Palazzolo dello Stella, si può ancora visitare, fino al 30 giugno, Zone Umide, la mostra collettiva a cura di Eva Comuzzi. In esposizione opere provenienti dalla Valcellina Collection di proprietà dell'associazione Le Arti Tessili di Maniago PN, realizzate dagli artisti Wona Cho, Annette Erfurt, Anna Fadini, Vania Falcomer, Sunna Kangas, Elisa Margareta, Giuseppe Scala, Lucia Pagliuca e il gruppo della Ming Dao University. Le nove opere verranno allestite assieme a lavori tessili, collage e fotografie di Alice Biondin, opere presenti nella collezione di Artport.

Il titolo, prende spunto non solo dalle zone umide della bassa friulana, dal luogo fra acque, paludi e nebbie sul fiume Stella dove si trova Artport, quanto dal romanzo omonimo di Charlotte Roche; una passeggiata fra gli scaffali di un supermercato - nello specifico nel reparto di igiene femminile- che sembra continuamente domandare “siamo abbastanza pulite?”. “Flaconi su flaconi di prodotti specifici, liquidi o, in gel, colorati, antibatterici, al profumo di violetta, di vaniglia o di limone. Mille soluzioni per un solo ‘problema’, un unico, martellante messaggio: il tuo corpo non è pulito e fresco quanto dovrebbe. E il solo modo per renderlo innocuo e accettabile è lavarlo, disinfettarlo, profumarlo ogni volta che puoi”.

L’intento di questa mostra (Artport, via del Traghetto, 3, Palazzolo dello Stella (UD)lun-mer-gio-sab: 15.30-19.00 ven 17.30-19.30.), è quello di dare la possibilità, alle due associazioni, ArtPort e Le Arti Tessili, di rendere pubblica parte della loro collezione di dipinti e opere d’arte tessile e metterle a confronto, per promuovere le reciproche attività, aprire nuove collaborazioni e creare rete nella nostra Regione.

Un’altra sezione con 14 opere della Valcellina Collection, è presente anche al Museo Etnografico di Udine, in una mostra che dialoga con l’allestimento permanente che resterà aperta fino al 1 settembre. In questo contesto sabato 29 giugno è prevista alle ore 10:30 una visita guidata condotta dalla storica dell'arte Eva Comuzzi.

Le iscrizioni al bando per partecipare al Premio Valcellina sono aperte fino al 31 dicembre 2019 e sono rivolte a tutti i giovani artisti under 35 (nati dal 1 gennaio 1984) e provenienti da tutto mondo, singolarmente o in gruppo, presentando una sola opera che può essere piana, tridimensionale o video di recente produzione e attinente al tema del concorso WE(H)AVE. Tra le novità di quest'anno è la triplicazione dell'ammontare dei premi in palio 9500 euro totali che saranno assegnati a sei artisti i quali avranno anche la possibilità di frequentare gratuitamente un percorso di studio-approfondimento presso le accademie e istituzioni partner del Concorso: Accademia di Belle Arti di Bologna, Accademia d'Alta Moda e del Costume Koefia di Roma, Fondazione Arte della Seta Lisio di Firenze, SRISA Santa Reparata International School of Art di Firenze, Rad'Art Project Associazione Arteco' di Mercato Saraceno FC e Textiles Zentrum Haslach Austria. 

Nel corso del 2019 - entro il 31 dicembre - saranno raccolte le adesioni degli artisti tramite procedura on-line dal portale www.premiovalcellina.it; la mostra delle opere selezionate e la kermesse di premiazione si terranno nel 2020.


[home page] [lo staff] [meteo]